top of page
  • Immagine del redattorelo Staff

Istituzione del Registro dei titolari effettivi e conseguenti adempimenti comunicativi



Richiamiamo l’attenzione sul nuovo adempimento richiesto dalla normativa antiriciclaggio di cui al D.Lgs. n. 231/2007 e relativi provvedimenti attuativi, riguardante la comunicazione dei dati e delle informazioni sulla titolarità effettiva nella sezione autonoma o nella sezione speciale del Registro delle Imprese.

Si rammenta che il Decreto MEF/MISE n. 55/2022 ha disciplinato le modalità esclusivamente telematiche per la comunicazione al nuovo Registro dei titolari effettivi, istituito presso le Camere di commercio territoriali, dei dati relativi alla titolarità effettiva dei seguenti enti:

- imprese dotate di personalità giuridica (Spa, Srl, Sapa, società cooperative)

- persone giuridiche private (associazioni, fondazioni, e altre istituzioni di carattere privato che acquistano la personalità giuridica con l’iscrizione nel registro delle persone giuridiche, ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 10 febbraio 2000, n. 361).

Tali dati, una volta comunicati, saranno disponibili, per chiunque vi acceda, in una sezione autonoma del Registro. Il citato Decreto disciplina altresì le modalità di accesso a tali dati da parte dei soggetti tenuti agli adempimenti previsti dalla normativa antiriciclaggio.

La comunicazione dei dati e delle informazioni relativi alla titolarità effettiva deve essere inviata all’Ufficio del Registro delle Imprese della Camera di commercio territorialmente competente, per l’iscrizione e la conservazione nella citata sezione autonoma, ad opera dei seguenti soggetti:

• amministratori delle imprese in forma di società di capitali;

• fondatore, ove in vita, oppure dai soggetti cui è attribuita la rappresentanza e l’amministrazione per le persone giuridiche private diverse dalle imprese.

È istituita altresì una sezione speciale per la comunicazione dei nominativi dei titolari effettivi di trust e istituti giuridici affini; la comunicazione in questo caso deve essere effettuata dal fiduciario.

L’adempimento, in entrambi i casi, può essere assolto mediante il “Modello TE” utilizzando «DIRE», il servizio web delle Camere di Commercio, sottoscrivendo l’istanza con firma digitale.

L’obbligo deve essere adempiuto entro il termine perentorio di sessanta giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del provvedimento del Ministero delle Imprese e del Made in Italy che ha attestato l’operatività del sistema di comunicazione dei dati e delle informazioni sulla titolarità effettiva (G.U. n. 236 del 9 ottobre 2023). Scadendo il termine su indicato in un giorno festivo (venerdì 8 dicembre), la comunicazione deve essere trasmessa non oltre l’11 dicembre 2023 al Registro delle Imprese, identificato dal legislatore come Registro ufficiale dei dati e delle informazioni del Titolare Effettivo.

L’omissione della comunicazione comporta l’applicazione, da parte della Camera di commercio territorialmente competente, della sanzione amministrativa prevista dall’art. 2630 del Codice civile (da 103 euro a 1.032 euro), fermo restando che se la comunicazione è effettuata nei trenta giorni successivi alla scadenza dei termini prescritti la sanzione amministrativa pecuniaria è ridotta ad un terzo.

Una eventuale falsa comunicazione dei dati, invece, configura una fattispecie di delitto ad opera degli amministratori e sarà punita ai sensi dell’art. 55 Decreto Legislativo del 28 novembre 2007 n. 231 con la reclusione da 6 mesi a 3 anni e la multa da Euro 10.000,00 a 30.000,00. Precisiamo inoltre che la comunicazione del Titolare effettivo al Registro delle imprese si interseca con quella del Titolare effettivo da indicare nel quadro RU del modello Unico 2023, da inoltrare all’Agenzia delle Entrate entro il 30 novembre p.v.. Pertanto i professionisti dello scrivente Studio utilizzeranno le medesime informazioni per entrambi gli adempimenti. Vi invitiamo a prendere visione delle informazioni necessarie per il corretto adempimento dell’obbligo al seguente link:

Qualora venga richiesto allo Studio l’espletamento della pratica, verrà applicata una tariffa ricompresa tra un minimo di euro 150,00 ad un massimo di euro 500,00 in relazione alla complessità della pratica.

A disposizione per ogni ulteriore approfondimento è gradita l’occasione per porgere distinti saluti.


circ.33_Comunicazione_titolare effettivo_modulo
.pdf
Download PDF • 312KB

Comments


bottom of page