top of page

Bonus colonnine di ricarica per imprese e professionisti – Istanze fino al 20 giugno 2024

Riapre lo sportello dedicato al contributo per l’acquisto e l’installazione di infrastrutture di ricarica di veicoli elettrici. Sono ancora disponibili risorse per oltre 70 milioni di euro. 

 

  1. Il contributo. 

Con decreto direttoriale del 7 marzo 2024, il dipartimento Energia del ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE) ha definito i nuovi termini e le nuove modalità di presentazione delle richieste di concessione e di erogazione del contributo per l’istallazione delle colonnine di ricarica da parte di imprese e professionisti.  

 

Infatti, dopo la prima apertura dello sportello, avvenuta nei mesi di ottobre e novembre 2023, sono ancora disponibili più di 70 milioni di euro rispetto agli 87,5 milioni stanziati inizialmente.  

 

L’agevolazione è rivolta a imprese di qualunque dimensione su tutto il territorio nazionale e a singoli professionisti, per un importo pari al 40% delle spese ammissibili. 

 

Accedono alla nuova domanda di incentivo solo coloro che non lo abbiano richiesto con la precedente apertura delle richieste. 

 

Si tratta di un contributo in conto capitale che: 

  • è concesso, nel limite della dotazione disponibile, nell’ambito del massimale de minimis previsto per il settore di riferimento; 

  •  non è cumulabile con altri contributi, sovvenzioni e agevolazioni pubbliche concesse per le stesse spese 

  1. Spese agevolabili. 

Sono ammessi all’agevolazione i seguenti interventi: 

  1. acquisto e l'installazione di infrastrutture di ricarica di valore complessivo inferiore a 375.000,00 euro da parte di imprese;  

  1. l'acquisto e l'installazione di infrastrutture di ricarica di valore complessivo pari o superiore a euro 375.000,00 da parte di imprese

  1. per l'acquisto e l'installazione di infrastrutture di ricarica da parte di professionisti.  

 

Le spese possono riguardare l’acquisto e messa in opera di infrastrutture di ricarica, comprese le spese di installazione delle colonnine, gli impianti elettrici, le opere edili strettamente necessarie, gli impianti e i dispositivi per il monitoraggio. 

  

Il contributo copre, fino al limite massimo del 10% del costo per l’acquisto e messa in opera, anche le spese sostenute per la connessione alla rete elettrica e quelle per la progettazione, direzione lavori, sicurezza e collaudi. 

 

Per le spese destinate all'acquisto e alla messa in opera di infrastrutture di ricarica, comprese quelle per l'installazione delle colonnine, gli impianti elettrici, le opere edili strettamente necessarie, gli impianti e i dispositivi per il monitoraggio, si considerano i seguenti costi specifici massimi ammissibili: 

  • infrastrutture di ricarica in corrente alternata di potenza da 7,4 kW a 22kW inclusi: 

  • wallbox con un solo punto di ricarica: 2.500 € per singolo dispositivo; 

  • colonnine con due punti di ricarica: 8.000 € per singola colonnina. 

  • infrastrutture di ricarica in corrente continua: 

  • fino a 50 kW: 1000 €/kW;  

  • oltre 50 kW: 50.000 € per singola colonnina; 

  • oltre 100 kW: 75.000 € per singola colonnina 

 

  1. Come ottenere il contributo. 

Nel dettaglio, le domande per gli interventi di cui alle lettere a) e c) possono essere presentate dal 15 marzo fino alle 17.00 del 20 giugno 2024 e devono essere compilate e presentate online tramite la piattaforma disponibile nel sito di Invitalia (www.invitalia.it), nella sezione “Colonnine di ricarica elettrica”. 

 

Stessa finestra temporale, 15 marzo-20 giugno 2024, per le domande relative agli interventi di cui alla lettera b), ma in questo caso le istanze e i relativi allegati devono essere presentati esclusivamente tramite Posta elettronica certificata al seguente indirizzo PEC: CRE1@postacert.invitalia.it

 

A disposizione per ogni ulteriore approfondimento. Con i migliori saluti. 

 

SCALABRINI CADOPPI & ASSOCIATI 



24_24_Agevolazione torrette elettriche
.pdf
Scarica PDF • 203KB

コメント


bottom of page